Utenti Online

No

Messaggi Privati

Non sei identificato sul sito.

Banner

Red Hat, i numeri di una crescita inarrestabile.

Stampa E-mail
(0 voti, media 0 di 5)
Scritto da Veleno77   
Red_hat_logoCome già citato in un precedente articolo, Linux, un ottima risposta alla crisi , molti dei recenti studi dimostravano come anche in un periodo di crisi globale il settore Open source e di GNU/Linux in particolare registrava un incremento e navigava quindi in controtendenza alla crisi, i motivi erano anche citati nello scorso articolo.
Ora a rafforzare la tesi arriva il resoconto di Red Hat e dello studio del Nasdaq ( i titoli tecnologici quotati nella borsa di New York). Per certi versi non troviamo nessuna sorpresa rispetto agli ultimi anni, ma una piacevole conferma, Red Hat continua a crescere in modo addirittura esponenziale con indici a due cifre. Nel dettaglio andiamo a sfogliare numericamente i dati di questo successo ed a considerare anche i suoi motivi.

L'anno fiscale 2009 , mostra forti incrementi delle entrate e l'aggiunta di 40.000 nuovi clienti durante l'anno.  La chiave del successo, secondo i dirigenti di Red Hat, è che la società di Abbonamento software non è fortemente colpito dal rallentamento delle vendite hardware server. Questo perchè in pratica Red Hat riesce a conquistare nuovi clienti  attraverso la migrazione del sistema, quindi non necessario un cambio di Hardware) o tramite la virtualizzazione.
Per il quarto trimestre conclusosi Feb. 28, Red Hat riporta un fatturato di $ 166,2 milioni di dollari, che rappresenta un aumento del 18% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.E' le previsioni per l'intero anno parlano di un incremento del 25% pari ad un guadagno di ben $ 652,6 milioni di dollari, cifre letteralmente da capogiro, e inoltre la sola sezione degli abbonamenti all'assistenza riguarda ben il 20% del fatturato riuscendo da sola a far incrementare le entrate di $ 541,2 milioni di dollari , secondo le previsioni per il 2009.
Guardando al futuro, Whitehurst ha fornito orientamenti per la crescita a due cifre compreso tra il 10 per cento e 13 per cento per il suo bilancio 2010, con una previsione di entrate di $ 720 milioni a $ 735 milioni di dollari, quindi un panorama dei più rosei per la società dal Cappello Rosso.

Tale successo è spiegato dal CEO di Red Hat in vari modi, primi fra tutti il non-legame parassitario con l'hardware, infatti pur essendo un periodo in cui settore della componentistica server è in calo, la società continua a veder crescere la sua clientela, ciò si spiega fortemente con la filosofia commerciale che sta alla base della società che "Vende" un servizio e quindi è completamente staccato dal settore hardware. Altro punto di crescita , soprattutto in previsioni future è il sistema di virtualizzazione. Il passaggio verso la virtualizzazione è la chiave per Red Hat, che hanno investito pesantemente nella tecnologia nel corso degli ultimi anni, l'acquisizione di Qumranet mese di settembre per $ 107 milioni di dollari è un lampante esempio di come la società continui a guardare verso il futuro, la virtualizzazione offre molti vantaggi, dal non investire in componenti fisici alla iterpolarità dei sistemi.

Fin qui parrebbe tutto un discorso lineare e che è ampiamente giustificabile, anche in un periodo di crisi come questo, ma la stessa società fa notare come anche nel settore Desktop abbia avuto un ruolo importante negli ultimi tempi, confermando una inversione di rotta eda parte del mercato. Red Hat precisa che gli abbonamenti alla sua assistenza siano cresciuti in modo esponenziale anche per Fedora Project, la distribuzione Home-Desktop sponsorizzata dalla società. Secondo le loro stime Fedora annovera oltre 12 milioni di installazioni mentre Red Hat Enterprise Linux attualmente aleggia intorno a 2,5 milioni di abbonamenti, e che anche tra gli utilizzatori di Fedora, cresce il numero di coloro che sottoscrivono un abbonamento di supporto.

La consapevolezza del CEO di Red Hat non si limita a questi numeri, e agli investimenti, secondo i piani alti si prevede anche un numero di entrate di coloro che attualmente utilizzano CentOS come sistema server, forti secondo le loro conclusioni ,che in questi ambiti, un sistema di assistenza e supporto rimanga fondamentale per la crescita ed il suo corretto funzionamento.

Numeri da capogiro, previsioni ottimistiche, ma pur sempre previsioni, ma è realmente questa la tendenza?, Pare proprio di si, nel rapporto trimestrale del RIM che analizza la tendenza dei titoli tecnologici presenti nel NASDAQ, Red Hat risulta avere un peso sempre più preponderante, con una impennata del 17% sui guadagni migliori del previsto, superando anche le precedenti previsioni in merito. Una azienda che diventa sempre più leader del settore, ovviamente tanto di cappello a Red Hat, cappello rosso ovviamente.