feed image
feed image
feed image
feed image
feed image

Utenti On-Line

Total: 9
Members: 0
Guests: 9
No members online
JoomlaWatch Stats 1.2.7 by Matej Koval

Countries

92.4%ITALY ITALY
3.3%UNITED STATES UNITED STATES
0.9%SWITZERLAND SWITZERLAND
0.6%GERMANY GERMANY
0.4%SPAIN SPAIN

Statistiche

Visitse [+/-]
Oggi:
Ieri:
2 giorni fa:
85
146
159

-13
Questa Settimana:
Scorsa Settimana:
2 Settimane fa:
697
968
961

+7
Questo Mese:
Mese Scorso:
2 Mesi fa:
2726
2522
2758

-236
2009:
2008:
5248
13451
-8203

Media Giorno
Questa Settimana:
Scorsa Settimana:
2 Settimane fa:
139.4
138.3
137.3
+1.1
+1
Questo Mese:
Mese Scorso:
2 Mesi fa:
136.3
84.1
91.9
+52.2
-7.8
2009:
2008:
24
36.9
-12.9

Totale
Totale 18 699

Rilasciata Arch Linux 2009-02

Stampa E-mail
(1 voto, media 4.00 di 5)
Scritto da Veleno77   

E' stata rilasciata la nuova Iso di installazione di Arch Linux , la 2009-02, questa snapshot era molto attesa nella comunità e sarà molto utile per i nuovi utenti.
Arch Linux è una distribuzione definità "Rolling Release", ossia non ha veri e propri cicli di rilascio come le altre distribuzioni, vedi Ubuntu, Fedora, Open Suse, Madnriva ecc..., ma il sistema viene aggiornato continuamente, ogni volta che i nuovi pacchetti delle librerie e dei programmi vengono rilasciati, entrando nel ramo Core, per quanto riguarda il sistema di base, e Community per quanto riguarda il resto del parco software. Un pò come accade per Gentoo o Slackware, gli sviluppatori però rilasciano delle versioni ogni tanto per aggiornare il sistema di installazione e correggere eventuali bug, nello specifico di Arch Linux, si tende a rilasciare una Snapshot ad ogni rilascio del Kernel. E' una distribuzione che ha come motto la semplicità , e come ha fatto notare Pollycoke non vuol dire facilità. Infatti Arch per sua natura è dedicata a chi vuole avere più padronanza del proprio sistema e si può dire indicata anche a coloro che vogliono un qualcosa di più dalle distribuzioni più seplici da usare, su questa distribuzione bisogna configurasi da soli il sistema, ma i file di configurazione sono ridotti all'osso, il tutto la rende quindi leggera e veloce. Ma allora se è una rolling release ed il sistema è continuamente aggiornato all'ultima versione, perchè siamo qui a parlare con clamore di questo rilascio? Andiamolo a scoprire.

Principalmente questa versione era attesa da molti perchè porta con se la possibilità di poter installare Arch su una partizione con Ext4 come file system. Attualmente infatti il kernel 2.6.28 supporta ext4, e su Arch aggiornata si poteva usufruire di tale implementazione, ma vi era il problema che comunque la porpria Root di installazione non era nativa con Ext4, si poteva la massimo convertirla se si aveva utilizzato Ext3 come scelta predefinita, ma ciò non portava tutti i benefici del nuovo file system. Ecco perchè questo rilascio risulta molto importante, poichè introduce la possibiità di usare il nuovo file sytem per le proprie installazioni. Ma le novità non terminano qui infatti dalle note ufficiali vediamo che sono stati introdotti:

  • Kernel 2.6.28
  • Supporto a ext4. L'installazione può essere fatta su una partizione di root in ext4.
  • Supporto a operazioni di recupero e manutenzione di partizioni di root in ext4.
  • ISO di fallback che fanno uso del bootloader ISOLINUX, utili per chi ha problemi con le immagini basate su grub.
  • Corretti diversi bug nell'installer.
  • Aggiornata la documentazione inclusa.
  • Inclusione di AIF (Arch Linux Installation Framework), il programma di installazione di nuova generazione, attualmente in sviluppo.

Ora come già dettto essendo una distribuzione che rimane constantemente aggiornata, le novità riguardano tutti i campi di installazione, mentre il parco software non viene giustamente menzionato poiche, è a scelta dell'utente. Vanno spese due parole per quanto riguarda AIF, questo sarà il nuovo programma di installazione che verrà utilizzato in futuro e che viene presentato in fase Alpha. Per capire meglio, questa nuova implementazione porterà notevoli vantaggi potendo usufruire di vari "profili" per l'installazione. In futuro in pratica si potrà scegliere direttamente se avere un sistema di utilizzo Server o meno, tanto per intenderci, ma non solo l'intallazione fatta utilizzando AIF redisegna l'interfaccia per renderla più interattiva, inoltre saranno presenti dei tool per facilitare il compito di gestione delle partizioni e la possibilità di "RollBack" ovvero tornare indietro se si e commesso un errore o non si è convinti di ciò che abbiamo fatto. Altra implementazione sarà la possibiulità di scegliere già durante l'installazione di un certo numero di paccheti da includere suddivise per categorie, la possibilità di avviare anche una modalità di Debug e per gli Hacker si ha la possibilità di manipolare direttamente il codice in base alle proprie esigenze. Comunque sia Attualmente è prevista la sola modalità interattiva data per "Dovrebbe Funzionare", gli sviluppatori scrivono a grandi lettere "usate a vostro rischio e pericolo".

Una buona uscita quindi che ci porta finalmente la possibilità di usare Ext4 per l'installazione base, e per il futuro si preannuncia una nuova modalità molto più User-Friendly per l'installazione. Arcieri scoccate le vostre freccie in attesa dello sviluppo di BtrfS.


Condividi questo articolo con il tuo Social Bookmark
Reddit! Del.icio.us! Mixx! Free and Open Source Software News Google! Live! Facebook! StumbleUpon! Yahoo! Free Joomla PHP extensions, software, information and tutorials.

Commenti

avatar Cla
0
 
 
Provata oggi e devo dire che non è niente male.. principalmente l'ho messa per provare sto benedetto ext4 (un attimino più veloce dell'ext3 ma come immaginavo nessun miracolo come molti volevano gridare).
Nel compenso ho scoperto un ottima distro veloce, personalizzabil e al massimo e trasparente. Mi sa che ci giocherò spesso :D
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
avatar Veleno77
0
 
 
Wow... mi mancavi e mi fa piacere che l'hai provata, un altro potenziale arciere da consultare, io mi appresto a cancellare un pò tutto e fare pulizia, intendo reinstallare Arch sul fisso a 64 bit, e poi volevo provarla sull' EeePC. Per l'Ext4 non so valuterò , ma credo che molti aspetti siano più per la struttura, poi non so cmq ad un link che avevo postato una volta sul forum era similare ed in qualche caso inferiore a Jfs come velocità, soprattutto per i file grandi..
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
avatar Cla
0
 
 
Si beh contando che è "semplicemente" l'evoluzione dell'ormai collaudato ext3 non c'è da aspettarsi tanto.. è stata pensata piu che altro per funzionare bene in qualunque situazione visto che ext3 è impostato di default in quasi tutte le distribuzioni piu famose.. piu che le pure prestazioni hanno introdotto alcuni tools che mancavano e pensato meglio la struttura.
Qualche secondo al boot guadagnato e qualcosina di appena percettibile nelle applicazioni pesanti che fanno molto uso della scrittura/lettura su disco, ma niente di così trascendentale.. chiaramente un utente desktop li nota molto meno questi cambiamenti, in un server invece potrebbero essere rilevanti.

La vera evoluzione imho ci dovrebbe essere a fine anno quando sarà ultimato BTRFS.
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
avatar Veleno77
0
 
 
Se viene su bene effettivamente BtrFS sarà di sicuro il futuro di linux nei file system, scansando jfs e xfs. Contando che Jfs per quanto buono ce lo ha donato Ibm quando per loro non era più necessario usarlo. Per il resto sto provando ad installarlo sul mio EeePC 900A non senza qualche problema... vedrò oggi di fare qualcosa di buono, ho optato per Ext4, visto che non credo che sarà un uso multimediale e quindi jfs lo accantonato come idea.
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
 
Banner