Utenti Online

No

Messaggi Privati

Non sei identificato sul sito.

Banner

Windows 7... "piace" a Torvalds e Shuttleworth

Stampa E-mail
(0 voti, media 0 di 5)
Scritto da Veleno77   
 
Di certo ero abituato a leggere sui vari blog, e siti di informazione italiani e stranieri di tutto e di più, contro il colosso Microsoft, il suo sistema operativo Windows e la sua politica, da parte del mondo GNU/Linux. Eppure mi ritrovo  oggi a leggere da varie fonti commenti di elogio per il nuovo Windows 7 che pare esere sempre più vicino, tra poco può darsi che verrà rilasciato già in RC. Gli articoli mettono in evidenza come nel giro di un'anno sia cambiato il modo di porsi nei confronti di Microsoft e sulle buone impressioni che ha dato ad esponenti di rilievo del panorama OpenSource.


Per sisntetizzare un pò l'andamento, cito due articoli di Tom's Hardware. Nel primo a parlare è nientemeno che il padre di Linux, Linus Torvalds che giudica questo nuovo prodotto molto migliore dei precedenti, tanto da ipotizzare che alla Microsoft abbiano volutamente toccare il fonso con Vista per poter poi rilasciare un sistema operativo che trovasse tutti daccordo, critica e utenti. A supportare tale tesi, la volontà di Microsoft di accorciare i tempi di sviluppo a due anni e soprattutto perchè nonostante esteticamente Windows 7 ricalchi Vista, in realtà esso è molto diverso e risulta essere davvero più leggero e performante. Nonostante questi elogi Torvalds continua a criticare la politica evolutiva, secondo lui dovrebberò definitivamente separare il sistema dai programmi per attuare un vero e proprio sviluppo solo sul sistema in modo da raggiungere milgiori risultati, questo porterebbe un calo al costo di aggiornamento del sistema se si prende la strada di cicli più brevi di realese. Per il papà del kernel linux in ciclo ottimale sarebbe quello di un anno, anche per i sistemi GNU/Linux, poichè nel giro di 6 mesi è difficile realmente testare e implementare tutti i pacchetti. In un'altra intervista Torvalds parla anche di KDE4 e di come seppur all'inizio ne era rimasto impressionato favorevolmente ora sia passato a Gnome.

L'altro articolo vede protagonista il patron di Ubuntu, Mark Shuttleworth, che dice di essere rimasto impressionato in positivo su un primo sguardo alla beta di Windows 7, e spera che con l'uscita di quest'ultimo si possa finalmente gareggiare ad armi pari sul fronte dei Netbook. Infatti è sua opinione che attualmente Microsoft abbia letteralmente svenduto, se non quasi regalato Windows XP come oem per i nuovi UMPC, tagliando di netto spazio al nostro amato sistema. Cosa che non potrà avvenire con il nuovo Windows 7 che avrà di certo un costo di licenza ben più elevato, questo potrebbe portare finalmente benefici a GNU/Linux, poichè si ripercuoterà in una differenza di costi ben più marcata tra due Netbook montanti i due sistemi operativi.

Questi elogi non mi erano mai capitati di sentirli, e che ci stiamo ammorbidendo? Oppure è solo questione di vedere sistemi che tra loro si capiscano di più? La mia sensazione e che nonostante di fondo la struttura di Linux non ha nulla da invidiare, presto ci troveremo ad inseguire non solo MacOsX ma anche Windows.... e forse siamo un pò indietro....
 

Articoli Correlati