feed image
feed image
feed image
feed image
feed image

Utenti On-Line

Total: 27
Members: 1
Guests: 26
JoomlaWatch Stats 1.2.7 by Matej Koval

Countries

92.3%ITALY ITALY
3.6%UNITED STATES UNITED STATES
0.9%SWITZERLAND SWITZERLAND
0.5%GERMANY GERMANY
0.4%SPAIN SPAIN

Statistiche

Visitse [+/-]
Oggi:
Ieri:
2 giorni fa:
155
162
182

-20
Questa Settimana:
Scorsa Settimana:
2 Settimane fa:
499
1057
981

+76
Questo Mese:
Mese Scorso:
2 Mesi fa:
676
3890
2522

+1368
2009:
2008:
7088
13451
-6363

Media Giorno
Questa Settimana:
Scorsa Settimana:
2 Settimane fa:
166.3
151
140.1
+15.3
+10.9
Questo Mese:
Mese Scorso:
2 Mesi fa:
169
129.7
84.1
+39.3
+45.6
2009:
2008:
30.7
36.9
-6.2

Totale
Totale 20 538

Nuova Ubuntu 8.10 RC v.s Mandriva 2009 - le principali caratteristiche e nuove distribuzioni in uscita

Stampa E-mail
(0 voti, media 0 di 5)
Scritto da Veleno77   

Oramai alle porte l'uscita della nuova versione di Ubuntu 8.10, giunta oramai alla versione Release Candidate. Forte del suo bacino di utenza assodato, e dalla capacità di attirare nuovi utenti, la distribuzione della Canonical punta a bissare l'ennesimo successo di pubblico, ma i rivali non stanno a guardare, Mandriva è uscita con una versione di tutto rispetto e pienamente funzionante, soprattutto molto integrata nell'uso di KDE4. In attesa delle altre due rivali Fedora e SUSE, ritorna a far parlare di se una distribuzione che avrebbe sicuramente vinto il premio “rivelazione dell'anno” nella scorsa edizione e che in molti casi era riuscita ad essere apprezzata anche più di Ubuntu, ritorna sul panorama delle distribuzioni PCLinuxOS.

Tutte le informazioni esposte qui di seguito fanno riferimento alle releas note ufficiali delle varie distribuzioni
Ubuntu 8.10 RC
Ovviamente risolti vari bug, pieno supporto alla tecnologia 3G per il collegamento ad internet, Aggiornati i driver Nvidia alle versioni 71 e 96 per le vecchie schede “Legacy” e alle versioni 173 e 177 per le nuove schede “New”, cambiamenti sostanziali per quanto riguarda Xorg, da ora le voci relative al mouse e alla tastiera presenti in Xorg.conf vengono ignorate, poiché si utilizza input-Hotplug, per riconfigurare tali periferiche bisogna quindi ricorrere al comando
sudo dpkg-reconfigure console-setup
Mentre il file di configurazione è presente in /etc/default/console-setup. Per rendere effettivi i cambiamenti bisogna riavviare. Inoltre tutti i settaggi fatti con Xmodmap e i relativi Keycodes (se li avevate personalizzati) sono incompatibili con la nuova versione di Xorg 1,5.
Per chi utilizza UbuntuStudio bisogna segnalare che non è attualmente presente una versione Real-time del nuovo kernel 2.6.27, quindi chi usa questa distribuzione dovrebbe aspettare a fare un Upgrade e attendere che venga sviluppata tale variante.
La versione del driver wireless iwlagn per Intel 4965 chipset  inclusi nel kernel Linux versione 2.6.27 generano un kernel panic quando viene utilizzato con le reti 802.11n. Gli utenti interessati da questo problema possono installare linux-backport-modules-intrepid , per installare una versione più recente di questo driver che corregge il bug. Altro problema riguarda il Timestrap del nuovo kernel 2.6.27, il timestrap è stato automaticamente impostato, tuttavia, questo cambiamento sembra causare problemi per alcuni utenti, che si ritiene sia dovuto ad errori router tra l'utente e il server di destinazione (per esempio, questo è stato segnalato da diversi utenti Verizon DSL). Se la connessione a Internet sembra funzionare correttamente, ma hai problemi di connessione a determinati siti, quindi provare il seguente comando:
sudo sysctl-w net.ipv4.tcp_timestamps = 0 Questo cambiamento, di norma, scade la prossima volta che si riavvia il computer. Se è risolto il problema, allora si può apportare la modifica permanente con l'esecuzione di sudo editor /etc/sysctl.conf e aggiungere la riga seguente alla fine del file:
net.ipv4.tcp_timestamps = 0
Tutti gli strumenti essenziali Kubuntu hanno subito una maggiore integrazione con KDE4 e i ports di PyKDE4 :
  • GDebiKDE, front-end installazione dei pacchetti .deb.
  • Jockey-KDE, Fornt-end per la gestione dei driver proprietari.
  • Language Selector, Tool di gestione e configurazione della lingua
  • Software-properties-kde, Editor per Adept di apt sources.list
  • Printer-Applet della stampante mostra ciò che è attualmente in stampa
  • system-config-kde-printer, Tool di configurazione della stampante
  • laptop volume key integrator
  • Power Manager guidance
  • Apport, gestore dei crash integrato di default
In conformità con la Debian Policy, il sistema di gestione dei pacchetti ora installa i pacchetti elencati nella sezione “recommends”, nonché per le dipendenze, Se si vuole evitare questo per specifici pacchetti, usate apt-get – no-install-recommends , se si desidera rendere permanente questo, impostare APT:: Install- Recommends in /etc/apt/apt.conf, consapevoli del fatto che questo può comportare caratteristiche mancanti in alcuni programmi.
Per il resto è presente il citato kernel 2,6,27, kde 3.10 o Kde 4.1.2, Gnome 2.24.1, firefox 3.0.3, e stranamente non vi è OpenOffice 3.0 ma ancora la versione 2.4.1
 
Mandriva 2009.0
Mandriva Linux 2009 include: il kernel 2.6.27, X.org 7.3, KDE 4.1.2 (e 3.5.10 in / contrib), GNOME 2.24, Mozilla Firefox 3, OpenOffice 3.0 ,la nuova release 2009 è un passo coraggioso che porta la nuova KDE 4.1 come il desktop di default, insieme con una ri-progettazione e installazione di Mandriva Control Center, e molte altre nuove caratteristiche, tra cui nuova grafica, migliorato il tool di aggiornamento, compatibilità netbook, miglior supporto hardware, e il sostegno per lavorare con i dispositivi mobili.
A causa del passaggio da Kde3 a Kde4 le impostazioni personali potrebbero andare perse in caso di un aggiornamento di versione classico, per evitare che questo accada, si consiglia di utilizzare il programma di installazione aggiungendo un repository Internet prima di fare l'aggiornamento, oppure fare una installazione di rete, oppure utilizzare la nuova capacità introdotta di Mandriva Online (Mandriva applet di notifica di aggiornamento) per eseguire aggiornamenti da una release a quella successiva, utilizzando uno di questi metodi, il processo di aggiornamento avrà disponibili i pacchetti di Kde3 che verranno aggiornati e non si perderanno le proprie imposstazioni, inoltre si manterrà la terza versione come Dektop predefinito. In caso di aggiornamento non verrà installato subito Kde4 ma bisognerà installare a parte il metapacchetto corrispondente (in caso delle versioni Mandriva Sping), in ogni caso consultare il Wiki della distribuzione , per i repository ci si può affidare a EasyUrpmi.

E' stato deprecato e quindi non è più disponibile il kernel specifico per i Laptop, questo perchè si è riscontrato che le differenze con il kernel generico erano minime ed ininfluenti, è stato inglobato quindi nel kernel generico che ora funzionerà bene sia sui Desktop che sui portatili.
Per il supporto alle schede video sono presenti i driver proprietari nVidia 177.70 (supporto fino alle schede GeForce GTX 2xx) e Ati 8.8 (supporto fino alle HD 4870), va però considerato che per i driver Ati esiste una suddivisione in gruppi in base al tipo di modello, il tool di configurazione grafica non mostrerà il nome esatto della carta, ma una più ampia e più generica in base al nome del gruppo. Questo indica semplicemente che la vostra scheda utilizza lo stesso driver e le opzioni come tutte le altre schede in quel gruppo. Uno sforzo è stato fatto per rendere tali nomi dei gruppi più accurate possibili, ma a causa di ATI che usa diversi piani di numerazione per i suoi tre diverse linee di prodotto - desktop, mobile, integrata e chip - che non è possibile fare il nome della categoria esattamente idonei tutto l'hardware che appartiene al suo interno. . Se avete un mobile o di chipset integrati di ATI è possibile che esso può sembrare e rilevata nel gruppo 'sbagliato' (per esempio, l'integrata Radeon 1100 e Radeon 1200 chipset sono rilevati nel Radeon 9500 Radeon X1050 per gruppo). Migliorati come ogni nuova release il supporto alle reti wireless con l'introduzione di nuovi driver e della possibilità di installarne di altri tramite madwifi. Inoltre è stato incluso un firmware apoositamente per le schede wireless Broadcom, per il corretto utilizzo di questa scheda è necessario avere i driver originali di windows.
Migliorato il supporto ai dispositivi mobili che usano Windows Mobile 2003, inoltre il collegamento ad internet tramite cellulari è supportato, così come la sincronizzazione tra vari modelli di cellulari e pc, migliorato anche il supporto alle webcam e videoconferenza. Altra novità è l'adozione anche in Mandriva del tool di configurazione delle stampanti System-config-printer, sviluppato da Fedora e poi adottato nelle scorse release da Ubuntu. Proprio in questo punto va sottolineato come Ubuntu e Mandriva abbiano collaborato per alcune soluzioni simili, Mandriva per l'utilizzo del nuovo tool di configurazione di stampe e Ubuntu per l'aiuto alla risoluzioni di alcune problemi di incompatibilità nel kernel (è presente nella release note di ubuntu un ringraziamento a Mandriva).

PcLinuxOS 2009 Beta 1
Prima versione beta di PCLinuxOS 2009. Questa versione beta ISO utilizza il kernel 2.6.26.6, KDE 3.5.10, OpenOffice.org 2.4.1, Firefox 3.0.3, Thunderbird 2.0.0.14, FrostWire, Ktorrent, Amarok, Flash, Java JRE, Compiz Fusion 3D e molto altro ancora. Gli sviluppatori hanno deciso di usare KDE 3.5.10 come desktop predefinito poiché non hanno riscontrato in Kde4 le stesse funzionalità, nonostante tutto la nuova versione di kde è lo stesso disponibile come desktop alternativo. Ricordo che questa distribuzione è basata su Mandriva 2009.0

Simply Mepis 8.0 Beta 3
La terza versione beta di SimplyMEPIS 8.0 è stata rilasciato per 32-bit e processori a 64 bit. L'unico cambiamento di rilievo per questa release è per il recentemente rilasciato il kernel 2.6.27 . Warren Woodford di MEPIS spiega questa inaspettata mossa, dichiarando che il nuovo kernel 2,6,27 con un piccolo accorgimento per quanto riguarda le schede network Intel, è moloto migliore , soprattutto per quanto riguarda il supporto Ipv6 che secondo gli sviluppatori sarà una implementazione di vitale importanza.

Linux Mint 5 “Fluxbox Community Edition”
Rilasciata Linux Mint 5 'Elyssa' Fluxbox Community Edition. Questa edizione, mantenuta da Shane Joe Lazar, ti fornisce tutte le migliorie e gli strumenti essenziali introdotti con la versione XFCE su un desktop estremamente sottile e leggero, Fluxbox, il window manager. Nuove funzioni: auto-generati e auto-aggiornamento dal menu di Fluxbox, compatibilità multimediale con tutti i codec disponibili e plugin pre-installati, Thunar personalizzato, miglior supporto alla localizzazione e alla lingua e tema grafico nuovo.

Open SUSE 11.1 Beta 3
Versione beta 3 della release 11.1 di Open SUSE. disponibile per l'immediato il download e prove. Importanti cambiamenti introdotti in questo rilascio includono: live CD per x86 e x86_64 GNOME e KDE; OpenOffice.org 3.0; Mono 2.0 finale; Linux 2.6.27.1. in fase finale di integrazione troviamo GNOME 2.24. Installazione di openSUSE 11.1 beta 3 su Mac OS X , mentre KVM è troncato in questo rilascio a causa di un cambiamento di configurazione del kernel prima del rilascio della beta 3. l'integrazione diOpenOffice.org 3.0 continua e dovrebbe essere molto meglio in questa versione.

Debian GNU/Linux 4.0 r5
Il progetto Debian è lieto di annunciare il quinto aggiornamento della sua distribuzione stable di Debian GNU / Linux 4.0 (nome in codice etch). Questo aggiornamento aggiunge correzioni soprattutto per problemi di sicurezza per la versione stabile, con qualche aggiustamento di gravi problemi. Si prega di notare che questo aggiornamento non costituisce una nuova versione di Debian GNU / Linux 4.0, ma solo alcuni aggiornamenti dei pacchetti inclusi. Non c'è bisogno di buttare via 4.0 CD o DVD, ma solo per aggiornarle tramite un "up-to-data mirror" e la maggior parte degli aggiornamenti da security.debian.org sono incluse in questo aggiornamento. Nuovo CD e DVD contenenti immagini pacchetti aggiornati e il supporto di installazione regolare sarà presto disponibile.  l'aggiornamento a questa versione si può effettuare tramite il package manager aptitude o apt, puntanto a uno dei molti mirror list di debian, per una lista completa consultare il sito:

 

http://www.debian.org/mirror/list http://www.debian.org/mirror/list
 






Condividi questo articolo con il tuo Social Bookmark
Reddit! Del.icio.us! Mixx! Free and Open Source Software News Google! Live! Facebook! StumbleUpon! Yahoo! Free Joomla PHP extensions, software, information and tutorials.

Commenti

B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
 
Banner