feed image
feed image
feed image
feed image
feed image

Utenti On-Line

Total: 25
Members: 0
Guests: 25
No members online
JoomlaWatch Stats 1.2.7 by Matej Koval

Countries

92.3%ITALY ITALY
3.6%UNITED STATES UNITED STATES
0.9%SWITZERLAND SWITZERLAND
0.4%GERMANY GERMANY
0.3%SPAIN SPAIN

Statistiche

Visitse [+/-]
Oggi:
Ieri:
2 giorni fa:
150
181
146

+35
Questa Settimana:
Scorsa Settimana:
2 Settimane fa:
1357
979
1048

-69
Questo Mese:
Mese Scorso:
2 Mesi fa:
1357
3890
2522

+1368
2009:
2008:
7769
13451
-5682

Media Giorno
Questa Settimana:
Scorsa Settimana:
2 Settimane fa:
169.6
139.9
149.7
+29.7
-9.8
Questo Mese:
Mese Scorso:
2 Mesi fa:
169.6
129.7
84.1
+39.9
+45.6
2009:
2008:
33.1
36.9
-3.8

Totale
Totale 21 219

Il blog di Pianeta Gnu/Linux è uno spazio dedicato agli iscritti che lo possono utilizzare come proprio "Spazio Personale". Si possono trovare qui tutte le considerazioni e approcci personali in relazione agli argomenti trattati.

Il Desktop su Linux, quale futuro?

Stampa E-mail
(0 voti, media 0 di 5)
Scritto da Veleno77   

Si è tanto parlato della sistuazione "Desktop" sui sistemi GNU/Linux, da sempre vi sono state controversie, vari modi di interpretare il modo in cui un utente deve interagire, ma soprattutto varie piattaforme di sviluppo, tra tutte le librerie GTK e le nuove QT4, che sono alla base di Gnome e Kde4. Il problema di come si doveva evolvere il Desktop su Linux venne già affrontato l'anno scorso anche a livello di sviluppo del kernel stesso, che venne messo sotto accusa per "trascurare" le esigenze ad uso in ambito domestico, Ma è soprattutto con l'uscita di Kde4 che si è tornati ad affrontare l'argomento.
Mark Shuttleworth dichiarò all'OSCON 2008 che la sua Ubuntu punta a superare MacOSX entro 2 anni e che tutto l'ambiente deskttop deve subire un restyling per ofrire un a esperienza sempre migliore all'utente finale, concetto che ha ribadito nel suo blog: "Stiamo cercando persone per creare un team ceh lavorerà su X, OpenGL, GTK, Qt, Gnome e KDE, al fine di migliorare e alleggerire il carico di sistema e migliorare l'esperienza Dekstop", aggiungenso che il bisogno di aumentare l'usabilità dei sistemi GNU/Linux devono essere la priorità di sviluppo. Ma non tutti sono daccordo, e Mark Tayolr fondatore del Consorzio Open Source, non vede questa come priorità di sviluppo, ricordando che comunque allo stato attuale cio che un sistema GNU/Linux riesce a rendere in termini economici è sempre l'uso Server, ed in questo ambito non è di primaria importanza una "unica piattaforma Desktop" o una massiccia migrazione di sviluppo in questo settore, in quanto non effettivamente importante avere un Desktop iperusabile in ambito server.

Il patron della Canonical inoltre già da tempo spinge verso una unica tempistica di sviluppo, in modo da sincronizzare gli sforzi degli sviluppatori, ma va oltre criticando anche il movimento Open Source, in cui gli sviluppatori sono liberi di sviluppare, come lo desiderano, e possono portare a interfacce utente che sono "incoerenti e frammentarie" tra applicazioni e sistemi operativi. Questo eterno problema viene ripreso da Paul Adams, menbro di KDEeV che cita "Uno dei maggiori problemi nel libero mondo del software è che tanti oggetti sono diversi, a seconda dei diversi desktop". E aggiunge di come in Kde4 si stia lavorando molto sul Desktop Semantico, e di come l'interazione tra utente e sistema debba essere il più fluido ed intuitivo possibile, cercando anche di fare in modo che il passaggio tra Kde e Gnome non sia traumatico agli occhi dell'utente finale.

Fonte notizia

Personalemte rivedo ciclicamente il problema dei vari Ambienti desktop in relazione alla loro diversicità di sviluppo. Un problema eterno che durerà sempre, forse è vero che gli utlimi appelli che vengono mossi siano orientati verso una presa di coscienza nell'accorpare gli sforzi in una unica via. Ma è anche vero che una delle forze dei sistemi GNU/Linux è proprio la diversità, così come la vediamo nei varie distribuzioni e nei vari ambienti desktop, un pò come definire che la concorrenza abbia creato lo sviluppo, migliorando e soprattutto "ottimizzando" tutti gli aspetti inerenti il sistema operativo. E' anche vero che GNU/Linux è in lenta ed inesorabile crescità, un uso sempre più ampio che secondo molti è destinato ad aumentare , grazie alla spinta di maggior informazione, di Ubuntu, degli UMPC che montano sistemi GNU/Linux e nei prossimi anni grazie anche alla telefonia mobile che molto punta sul Pinguino e sull'Open Source. Nell'ottica di questo ampliamento el bacino di utenza, è giustificabile l'auspicio di lavorare all'unisono per ottenere gli stessi risultati, ma davvero si potrà arrivare ad un'unica via di sviluppo? Ricordando di alcune voci che riguardavano anche un possibile porting di Gnome sulle Qt4 (voci alla fine ne confermate ne davvero smentite)  è possibile unificare i due Grandi Ambienti desktop sotto una unica bandierà?



Condividi questo articolo con il tuo Social Bookmark
Reddit! Del.icio.us! Mixx! Free and Open Source Software News Google! Live! Facebook! StumbleUpon! Yahoo! Free Joomla PHP extensions, software, information and tutorials.

Commenti

B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
 
Banner