Utenti Online

No

Messaggi Privati

Non sei identificato sul sito.

Banner
Stampa E-mail
(0 voti, media 0 di 5)
Scritto da Veleno77   

salckware linux

Versione Attuale : 12.1 Maggio 2008

SLACKWARE

Slackware è la prima distribuzione GNU/Linux in assoluto creata da Patrick Volkerding nel lontano 1993. Anch'egli come Ian Murdock, creatore di Debian, non era contento dell'allora unica distribuzione SLS, soprattutto di alcuni suoi cambiamenti al sistema. Slackware pone come punti cardine della sua filosofia la leggerezza del sistema e la stabilità. Come su Debian anche in Slackware la questione della stabilità è un solido punto di sviluppo. Peculiarità di Slackware è soprattutto dare la totale padronanza all'amministratore del sistema in ogni singola scelta, obbligandolo quindi a scegliersi le dovute dipendenze di ogni pacchetto installabile ed a mettere mano ad ogni file di configurazione. Inoltre è priva di molti tools grafici per svolgere questi compiti ed è rivolta ad una utenza esperta ed esigente.
Questa distribuzione si pone come obbiettivo principale di "essere la distribuzione più Unix-like", non a caso è molto popolare tra i sistemisti, programmatori ed ambienti server... Ovviamente bisogna saperla padroneggiare molto bene per sfruttarne le sue peculiarità. C'è da dire infatti che uno dei motti più diffusi della comunità di Slackware enuncia: "Quando impari ad usare Slackware tu stai imparando Linux, quando conosci Red Hat, tu conosci solo Red Hat". Questo concetto è talmente vero che quasi tutte le università di indirizzo informatico la utilizzano per far studiare ai propri allievi il sistema Linux ed Unix.
Una delle differenze principali rispetto ad altre distribuzioni come Debain e Red Hat (citate come genitrici di un sistema di configurazione diverso o modificato rispetto all'origine) risiede nel sistema Init che è simile a quello usato in ambiente BSD, in cui ogni Runlevel ha un unico script di init, anche Gentoo utilizza un sistema simile.

A differenza delle altre distribuzioni Slackware utilizza un sistema di pacchettizzazione unico, Pkg Tools, basato su i pacchetti .TGZ (che tutte le distro supportano) che ha le stesse funzioni di tutti gli altri package manager (installazione, rimozione, aggiornamento ecc..) ma che non ha nessun controllo delle dipendenze, permettendo all'amministratore di scegliere ed avere sempre il controllo su ciò che installa e ciò implica che deve necessariamente sapere cosa vuole installare e come. Nonostante tutto è considerato un punto un po' sfavorevole che alcuni utenti di “Slack” hanno ovviato grazie a dei Tools che vengono incontro a questa carenza. Tra questi bisogna citare Checkinstall in grado di creare pacchetti .tgz , .deb ed anche .rpm. Esistono anche altri tools sviluppati per tenere aggiornato il sistema, visto che non è previsto il controllo automatico delle dipendenze, in grado di aggirare questa barriera e agevolare il compito degli utenti.

In questa distribuzione è presente solo una versione di sviluppo, la "current", che viene costantemente sviluppata, e quando lo si ritiene necessario il capo mastro Volkerding pubblica una nuova versione. Salckware è disponibile principalmente per architetture x86, ma esistono port anche per altre architetture, tutte sotto forma di distribuzioni separate dal progetto originale, tra le quali possiamo citare Slackintosh per processori PPC, Splack per per cpu SPARC, Slack390 per cpu S/390, Armendslack per processori ARM e Slam64 per architetture AMD ed Intel a 64 bit. Esiste anche la possibilità di port con i sitemi BSD.

Oltre a queste specifiche distribuzioni si possono segnalare come derivate: Slax, che è una distro live CD, Zenwalk, Vector Linux e Frugalware. Un caso a se stante è la distribuzione SUSE, che in principio derivava da Slackware ma che ormai ha intrapreso una strada a se stante di sviluppo, soprattutto dopo l'acquisto della società Novell.

In conclusione Slackware è la Distribuzione Linux per eccellenza, difficile da padroneggiare per un nuovo utente, ma che può dare una vasta conoscenza del sistema se si ha la pazienza e la voglia di imparare , ovviamente è sconsigliata per un novizio dei sistemi GNU/Linux per i quali sarebbe opportuno farsi le ossa prima su altre distribuzioni più user-friendly.

LINK UTILI

Portale italiano di Slackware - in cui è confluita anche la comunità Slackit

Comunità Italiana di Slackware

Comunità di SlackwareItalia